Omicidio Carella, per Giuffrida domiciliari in comunità. 23 anni da scontare

BRINDISI – Deve espiare 23anni, 2 mesi e 20 giorni di reclusione, per omicidio tentato e consumato, porto illegale di armi, furto, estorsione e danneggiamento.

I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Brindisi hanno arrestato Gennaro Giuffrida, 40enne del luogo, sottoposto agli arresti domiciliari, in esecuzione dell’ordinanza di differimento della pena nelle forme della detenzione domiciliare presso la comunità “Incontri”, che si trova a Putignano, in provincia di Bari, fino al 3 dicembre 2020, emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Lecce.

La sera dell’11 aprile 2007, alle ore 23:15, in via Appia a Brindisi, Giuffrida viaggiava a bordo di un veicolo, quando esplose alcuni colpi d’arma da fuoco all’indirizzo di un’autovettura, una Lancia Y; uno degli spari colpì alla testa il passeggero, Daniele Carella, 32enne anche lui brindisino.

La vittima, condotta d’urgenza dal conducente dell’auto nell’ospedale Perrino, morì nel pomeriggio del 14 aprile, tre giorni dopo.

L’arrestato ora è stato accompagnato in comunità.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*