Bomba a Brindisi, le direttive per l’evacuazione

BRINDISI – Tavolo in Prefettura a Brindisi per coordinare le operazioni necessarie al disinnesco dell’ordigno bellico rinvenuto il 2 novembre scorso. Domenica 15 dicembre, 53669 residenti delle zone indicate dovranno lasciare le proprie abitazioni a scopo precauzionale.

All’opera saranno 20 uomini specialisti dell’ 11esimo Reggimento Genio Guastatori impegnati già dalla serata di sabato 14 dicembre nella predisposizione della zona interessata. Il disinnersco dell’ordigno rivenuto nei pressi del Multisana Andromeda, al rione Bozzano di Brindisi durerà alcune ore ed inizierà all’avvenuta comunicazione dello sgombero, che dovrebbe essere perfezionato entro le ore 8 di domenica 15 dicembre.

A dare il via alle operazioni di evacuazione, alle 5 del mattino, saranno le sirene delle forze dell’ordine, poi toccherà agli artificieri.

Grande lavoro di coordinamento interforze, Riunuione in Prefettura a Brindisi per fare il punto sull’ordinanza che sarà emanata in queste ore. L’informazione sarà capillare, i disagi saranno contenuti ha assicurato il Prefetto, Umberto Guidato. L’importante è che ogni cittadino si adegui alle prescrizioni. Massima la sicurezza così come il caso prevede.

Traffico veicolare interdetto, a pattugliare le zone ci sarà la polizia locale.

Al lavoro Protezione Civile locale e regionale, Croce Rossa,  vigili del Fuoco, Carabinieri, Polizia e tutte le forze dell’ordine.

Interdetto fino alle 12 anche il traffico aereo e treni fermi. L’erogazione del gas sarà interrotta nel raggio di 500 metri dalla bomba. Divieto di circolazione e sosta nel raggio di 1617 metri.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*