Nessuna falsificazione dei pass auto: il pm chiede archiviazione per Messuti

LECCE – Insostenibilità dell’accusa: il pm ha messo la parola fine alle accuse di falsificazione di pass auto avanzate sei anni fa nei confronti dell’allora assessore del Comune di Lecce Gaetano Messuti. Con la richiesta del Pm che si fonda sull’insussistenza dei reati, si archivia il procedimento. Il pubblico ministero ha chiesto l’archiviazione per l’insostenibilità dell’accusa spiegando che, pur avendo il consulente rilevato delle difformità tra il pass in possesso del comandante dei vigili urbani e quello rinvenuto nella disponibilità del già assessore, fosse plausibile ritenere che esse provenissero dal soggetto legittimato a emetterlo, tanto confermato dal direttore della società che, visti i suddetti pass, ne evidenzió solo ed unicamente l’evidente usura.
“Da uomo di legge in questi anni non ho mai perso la fiducia nella giustizia che, nonostante i tempi, alla fine ha fatto il suo corso -commenta l’avv. Messuti- Ringrazio di cuore i miei legali, Giuseppe Corleto e Amilcare Tana, che mi hanno supportato e guidato in questo lungo labirinto emotivo e giudiziario,fino a indicarmi la via d’uscita”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*