Lecce di Coppa: probabile chance per chi ha giocato meno

Giannelli Imbula, centrocampista Lecce (foto P.Pinto)

LECCE (di M.C.) – Il Lecce corsaro, il Lecce che in trasferta ha collezionato 11 dei 14 punti in classifica, domani alle 18:00 scende in campo a Ferrara, un campo che ha già espugnato in campionato; sarà una gara diversa, una sfida secca, una sfida di Coppa che però potrebbe consegnare a Liverani l’accesso agli ottavi di finale della coppa nazionale e la possibilità di incrociare i guantoni della sfida con il Milan.

Con la Spal sarà una gara differente ma sarà anche l’occasione giusta per dare minutaggio a chi ne ha di meno e quindi potrebbero scendere in campo calciatori che hanno voglia di dimostrare di non essere in giallorosso per caso e che hanno le potenzialità per giocarsi il posto in squadra anche in campionato.

Vigorito potrebbe difendere la porta, mentre sulla destra potrebbe esserci una chance per Benzar, che in nazionale fa bene, ma nel Lecce ancora non ha dimostrato di poter essere determinante. In difesa accanto a Rossettini, squalificato per la prossima gara di campionato, potrebbe esserci Riccardi, a sinistra Dell’Orco. Mentre a centrocampo Imbula potrebbe inserirsi tra Tachtsidis e Petriccione o Tabanelli; in avanti dietro le punte, chissà, forse è giunto il momento di vedere il giovane Lo Faso mentre in avanti insieme a Babacar dovrebbe giocare Lapadula, squalificato in campionato, ha saltato già la gara di Firenze e, qualora il ricorso non dovesse sortire gli effetti desiderati, potrebbe saltare anche quella col Genoa di domenica prossima.

Sarà un Lecce nuovo dunque, con Falco, che sembra aver superato il problema al ginocchio, pronto a subentrare nel secondo tempo e tanti calciatori vogliosi di dimostrare qualcosa.

Quelle che saranno le scelte le scopriremo, comunque, infortuni permettendo, la materia prima a disposizione di Liverani c’è per adesso, in attesa di gennaio, in attesa del mercato di riparazione, per puntellare ciò che di buono è stato fatto fino a questo momento,

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*