Carmiano è rassegnata: “Epilogo prevedibile”. Qualcuno festeggia in piazza

CARMIANO- Ha tanto da dire Carmiano: la notizia dello scioglimento del Consiglio Comunale, seppur attesa, secondo i cittadini impone una riflessione profonda. Una riflessione per la quale “nessuno può permettersi di scagliare la prima pietra – precisa qualcuno – perché nessuno è senza peccato”. Ed è questo un primo punto dal quale si parte per invocare a gran voce verità e giustizia. Verità, qualunque essa sia.

A tarda sera, dopo la decisione del Consiglio dei ministri, il passaparola in paese ha fatto il resto. E così qualcuno, con tanto di fuochi d’artificio al seguito, ha festeggiato. Gesto che nessuno ad ora sembra aver rivendicato, ma che in molti riferiscono di aver ascoltato con le proprie orecchie. La condanna è comunque corale.

Il rammarico e la rassegnazione la fanno da padroni. Qualcuno spera ancora, fino alla fine, in un finale diverso.

Abbiamo cercato il sindaco, Giancarlo Mazzotta, sia al telefono che in Municipio, ma in mattinata non era lì. Non siamo riusciti a parlare con lui.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*