Danni per il maltempo e le mareggiate, per la Puglia stanziati 2 milioni

ROMA- Nella stessa seduta del Consiglio dei Ministri che ha deciso per lo scioglimento del Comune di Carmiano, è stata deliberata l’estensione  degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza, adottato con delibera del Consiglio dei ministri del 14 novembre 2019, ai territori delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto interessati dagli eccezionali eventi meteorologici che si sono verificati nei mesi di ottobre e novembre 2019.

Alla Puglia spetteranno 2 milioni di euro: tra i 60 Comuni a cui saranno destinate le risorse ci sono anche Taranto, Maruggio, Gallipoli, Porto Cesareo, Taviano, Nardò, Calimera, Ruffano, Corigliano e gli altri Comuni delle province di Lecce, Brindisi e Taranto.

E’ questo l’impegno che aveva preso il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia durante l’incontro a Lecce con i sindaci, il presidente della Provincia e l’editore di Telerama Paolo Pagliaro, subito dopo il lancio della campagna #unamanoXilSalento, in seguito alle disastrose mareggiate di qualche settimana fa.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*