I figli in auto a dormire, lei in discoteca. Condannata a un anno

SALENTO-Un anno di reclusione  pena sospesa, per una 39 enne di un comune del Basso Salento accusata di abbandono di minore. Arriva la conferma della condanna in Appello per la donna che, secondo l’accusa, avrebbe lasciato i suoi due figli piccoli, di 10 e 6 anni, chiusi in auto a dormire, per raggiungere alcuni amici nei locali.

La sentenza in primo grado era stata emessa dal giudice della Prima Sezione Penale Bianca Maria Todaro. Il padre dei bambini, ex marito della donna, si è costituito parte civile nel processo. La conferma, richiesta dal Procuratore Generale Salvatore Cosentino, è arrivata invece dai giudici della Corte D’Appello. L’ unica differenza riguarda l’annullamento del risarcimento di mille euro per il padre dei bambini. I fatti si sono verificati nell’estate del 2012. L’uomo, per verificare come la donna si comportasse con i figli, si era affidato ad un investigatore privato che gli aveva segnalato gli episodi: tre quelli contestati. I bimbi sarebbero rimasti soli in auto sino a notte inoltrata mentre la donna era nei locali, tra Gallipoli e Torre Paduli, sino alle prime ore del mattino.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*