Scafisti lasciano su un gommone al largo 43 migranti di cui 12 bambini

LEUCA – 12 bambini, sei donne, 25 uomini. Stanno tutti bene, dopo la lunga traversata che li ha portati sulle coste del Salento. O meglio, al largo di Santa Maria di Leuca, dove evidentemente gli scafisti li hanno abbandonati su un gommone. Nuovo sbarco di migranti, seguito all’alba dalla Capitaneria di Porto, carabinieri e Guardia di Finanza che hanno provveduto a mettere tutti in sicurezza. Si tratterebbe di cinque nuceli familiari di nazionalità curdo-irachena, curdo-iraniana, turca e uzbeka. Il personale della Croce Rossa ha provveduto prontamente a riscaldare, assistere e rifocillare tutti. A fonire immediatamente supporto, l’amministrazione comunale di Castrignano del Capo, che ha portato biscotti e frutta per le 43 persone appena sbarcate.

Sembra che la traversata sia avvenuta a bordo di un’imbarcazione più grande e che, arrivati quasi sottocosta, gli scafisti abbiano fatto scendere le famiglie, radunandole sul gommone, per poi scappare riprendendo il largo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*