Dopo il maltempo, l’invasione dei pesci rossi. Specie “aliene” pericolose?

UGENTO – I bacini della zona di ugento esondano e riversano nelle campagne migliaia di pesci rossi. Un fenomeno che potrebbe essere allarmante per l’ambiente salentino, dove una così grande quantità di questi pesci non dovrebbe esserci, specie aliene, secondo gli esperti, estranee ai nostri territori.

In questo video si vede bene cosa è accaduto nelle scorse ore nelle campagne di ugento, nelle zone adiacenti ai bacini e documentato dal consigliere comunale Gianfranco Coppola.

L’ultima grande ondata di maltempo nei giorni scorsi ha interessato soprattutto la costa ionica. Oltre ai disastri causati dalle mareggiate anche bacini e canali hanno esondato anche per le piogge intense.

Moltissimi pesci rossi sono morti, ma altri continuano a nuotare nelle pozze che ancora non si sono prosciugate.

Un fenomeno mai documentato prima, preoccupante, commenta giovanni d’agata, presidente . Ma il problema principale emerso a seguito di questo fenomeno eccezionale e mai documentato prima, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, perché si tratta della presenza infestante di una specie non autoctona e perciò aliena che ha letteralmente invaso la zona umida che ricade nel Parco naturale regionale Litorale di Ugento proliferando in maniera esponenziale.

Una presenza così massiccia potrebbe infatti aver già danneggiato l’equilibrio autoctono di un intero ambiente palustre.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*