Donatori di sangue prossimi allo sfratto: appello al sindaco. Il Comune: “Alternativa offerta è idonea”

LECCE – Dal 1974 l’ASDOVOS, Associazione Salentina Donatori di Sangue di Lecce, collabora con le strutture trasfusionali del Salento con l’obiettivo di concorrere al raggiungimento dell’autosufficienza dell’intera regione rispetto al fabbisogno di sangue.

In questi giorni l’associazione, sotto la guida di Giuseppe Leuzzi, è alle prese con un’altra emergenza: quella di uno sfratto che dovrebbe avvenire entro il 29 di questo mese.

La sede, in via San Massimiliano Kolbe, che da tempo ospita l’ASDOVOS, è di proprietà del Comune. Palazzo Carafa ha comunicato all’associazione di volerla destinare ad altro uso. Nello specifico lì dovranno essere trasferiti gli uffici dei Servizi Sociali, ai quali attualmente è assegnato uno spazio non sufficiente.

Per questo motivo entro la fine del mese l’associazione dovrà sospendere la propria attività fino a data da destinarsi, nella speranza di individuare una nuova sede adeguata al servizio che da quasi mezzo secolo offre.

“Un piccolo tentativo per risolvere la questione Palazzo Carafa l’ha fatto -spiega Leuzzi- è stato offerto all’Associazione un garage di 15 metri quadri, sprovvisto di servizi igienici e finestre che non ci permetterebbe comunque di operare. Da sempre l’associazione è stata ospite di locali comunali. Lo sfratto è la prima doccia fredda che incassiamo dopo 45 anni di attività. Siamo sicuri che l’Amministrazione potrebbe mostrare quella disponibilità e generosità che tante famiglie si aspettano. Lasciateci fare del bene -conclude- come abbiamo sempre fatto e siamo felici di fare”.

Sulla vicenda, il Comune di Lecce fa sapere che “in quella sede in Via San Massimiliano Kolbe, si è reso necessario mettere a dimora gli uffici dei Servizi Sociali, attualmente relegati in uno spazio insufficiente e inadeguato. Lungi dal voler sfrattare qualunque associazione -continuano da Palazzo Carafa- reputiamo che la sede alternativa offerta sia idonea all’attività di segreteria che l’associzione svolge da sempre in via Kolbe“.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*