Tentato omicidio a Galatina, 27enne colpito in pieno volto

GALATINA – Un colpo di pistola in pieno volto, ha colpito un 27enne incensurato di Galatina. Ad esploderlo all’interno dell’abitazione del padre un 37enne, Antonio Baglivo. Non è chiaro cosa abbia scatenato la mancata tragedia che si è verificata intorno alle 14e30 nelle campagne di Noha. Futili motivi sarebbero alla base del gesto. Baglivo avrebbe puntato al volto del malcapitato la canna di una pistola calibro 7, 65 facendo partire il proiettile che lo ha ferito alla bocca. Il 27enne è scampato alla morte per miracolo ed è ora ricoverato in prognosi riservata al “Vito Fazzi “di Lecce, è piantonato e tenuto sotto stretta osservazione dai sanitari, ha riportato delle profonde ferite, ma non è in pericolo di vita.

Immediati i soccorsi e l’intervento dei carabinieri della Stazione di Galatina che hanno aperto la caccia all’uomo. Eseguiti serrati controlli e perquisizioni lungo le principali vie di fuga, abitazioni e luoghi abitualmente frequentati dal Baglivo, bloccato dai carabinieri sulla strada che dalla frazione di Noha conduce a Cutrofiano. E’ stato lui stesso, messo alle strette dai militari a condurli nei pressi di un casolare dove, poco prima, aveva occultato l’arma del delitto: una pistola con matricola abrasa ed un caricatore con sette cartucce. All’interno dello stesso casolare, i militari, con l’ausilio del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Gallipoli, hanno rinvenuto un fucile a canne mozze e 100 munizioni calibro 7,65. Baglivo è stato tratto in arresto con l’accusa di tentato omicidio, porto e detenzione di arma clandestina e di arma comune da sparo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*