Musica, premi e sorrisi: la giornata si chiude con gentilezza

LECCE – Per favore, grazie, prego. E un sorriso, sempre. La gentilezza è alla base di ogni rapporto e quella a essa dedicata è stata una lunga giornata, tutta all’insegna dei buoni sentimenti. Organizzata dal Rotary Club Lecce Sud in collaborazione con il Progetto Lef 167 e l’adesione di Comune, associazionismo e volontariato, istituti scolastici, Ordini dei Medici e dei Commercialisti, a Lecce l’obiettivo della manifestazione è stato connettere centro e periferia della città, estendere la solidarietà, promuovere la riqualificazione urbana, aiutare la crescita sociale e culturale di zone, come la 167, costrette a vivere in condizioni di grandi difficoltà che finiscono con il lacerare il tessuto cittadino e la stessa idea di comunità.

Dopo le tante iniziative in mattinata con le scolaresche impegnate in diverse esibizioni e attività, con tredici medici che effettuavano più di 70 visite specialistiche gratuite, nel pomeriggio, nell’Auditorium di San Giovanni Battista, la seconda parte della Giornata all’ascolto di vari interventi che hanno fatto rivivere emozioni e suggerito nuovi spunti di lavoro, il tutto accompagnato da esibizioni musicali e dalla trascinante pizzica del Gruppo Kunteo di Paolo Miglietta. Spettacolare il concerto dei Cantori di Ippocrate, l’affermato anche a livello internazionale e folto gruppo di camici bianchi appassionati di musica e di canto presieduto dal dott. Mino Metrangolo, diretto dal maestro Raffaele Lattante.

Nel corso della serata, la presidente del Rotary Club Lecce Sud Stefania Mandurino ha consegnato prestigiosi riconoscimenti a personalità che negli anni si sono distinte per il loro impegno di operatori e innovatori sociali: don Gerardo Ippolito, parroco di San Giovanni Battista; Paolo Pagliaro, editore, fondatore e presidente dell’Associazione Cuore Amico; Fedele Congedo, B167; Francesco Piersoft Paolicelli, Mecenate 90; Sandra Zappatore, Arca Sud; Francesco e Ania Kitlas, 167B Street; Fabio Bonatesta (Orti urbani); Luciana De Donne e Ilaria Palma, Made in Carcere; Patrizia Ninno, 167 Revolution;  Nicola Ciannamea, animatore di Life Walking e Fulvio Rizzo, ristoratore.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*