Falco: “Siamo sulla strada giusta. Dedico il gol alla mia famiglia e alla mia ragazza”

Filippo Falco, attaccante del Lecce

LECCE – Filippo Falco, un gol da cineteca, una punizione da manuale del calcio, ha accarezzato la sfera che non ha lasciato scampo a Consigli, portiere del Sassuolo. Inizialmente era in panchina, per rifiatare, poi al 15° Liverani lo ha buttato nella mischia dopo un malinteso sulle condizioni fisiche di Babacar.

Il Messi del Salento ha fatto il punto della situazione, in zona mista, al termine della gara pareggiata con i neroverdi:

“Abbiamo giocato con una squadra forte che fa del palleggio la sua arma migliore, abbiamo tenuto benissimo e meritavamo il vantaggio. Dobbiamo mantenere alta l’attenzione fino all’ultimo minuto perché la serie A è questa, se concedi qualcosa ti puniscono.

Ci tenevo tantissimo a segnare il mio primo gol ma speravo di portare i tre punti a casa col mio gol ma credo comunque che con le prestazioni i gol arriveranno. A chi lo dedico? A me stesso, alla mia famiglia e alla mia ragazza perché mi sono stati sempre vicini.

Cosa è mancato? Un pizzico di attenzione in più, non dovevamo prendere quell’imbucata, loro sono bravi, quindi, appunto dobbiamo tenere la concentrazione alta perché ti puniscono al minimo errore.

A Milano il mister ha deciso di sostituirmi, una cosa normale, non vedo il problema. Conosco quello che posso dare, penso ad allenarmi e poi a giocare.

Come squadra dobbiamo metterci di più ma siamo sulla strada giuste, adesso abbiamo squadre alla nostra portata e dobbiamo fare punti per muovere la classifica”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*