Passi carrai, è corsa agli sportelli per pagare. L’avvocato: si ricorra per annualità precedenti

LECCE- Dopo la prima sentenza della Commissione Tributaria, che ha dato ragione al Comune di Lecce sul pagamento della Tosap relativa ai passi carrai, è corsa agli uffici per saldare il dovuto: ossia le annualità dal 2014 al 2019.

Ma attenzione perchè, come sottolineato dai responsabili dell’Ufficio Dogre, entro il 31 dicembre 2019 il cittadino dovrà, in particolare, saldare le annualità 2014 e 2019, altrimenti saranno oggetto dell’avviso di accertamento. In quest’ultimo caso, saranno anche ricomprese le sanzioni, a differenza delle annualità 2013-2018, per le quali, invece, il cittadino interessato potrà decidere liberamente se pagare in un’unica soluzione o meno, come del resto si sta procedendo da dicembre 2018, da quando il Comune aveva già sottolineato che la tassa dei passi carrabili era dovuta.

L’avvocato tributarista Maurizio Villani, però, mette in guardia i cittadini: “paghino il 2019, ma per gli anni precedenti facciano ricorso”. A suo avviso, le possibilità di vittoria sono elevate e in ogni caso dovrebbe intervenire la Corte dei Conti per vigilare su Palazzo Carafa. Ecco l’intervista:

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*