Lecce: Tabanelli, recupero importante. Milan, gruppo al completo

Andrea Tabanelli, centrocampista del Lecce (foto P.Pinto)

LECCE (di M.C.) – Continua il cammino di avvicinamento del Lecce alla trasferta di Milano dove domenica alle 20:45 affronterà il Milan.

I nazionali sono tutti rientrati, ultimo in ordine di arrivo il rumeno Benzar.

Liverani, fresco vincitore del“Premio Manlio Scopigno e Felice Pulici” come migliore allenatore della serie B nella scorsa stagione, continua a lavorare, per scelta, a porte chiuse all’Acaya Golf Resort.

Tabanelli si allena regolarmente con i compagni ed è un importante recupero sullo scacchiere giallorosso in questo periodo in cui, proprio in mezzo al campo, non sono riusciti a dimostrare il proprio valore due calciatori arrivati per dare un apporto importante. E parliamo di Shakhov che comunque ha superato le noie fisiche, quindi potrebbe essere anche impiegato, e Imbula che lavora ancora in differenziato per trovare la forma migliore.

Gianluca Lapadula (foto P.Pinto)

Anche l’attaccante Lapadula sembra sulla via del recupero completo e potrebbe essere abile e arruolabile per la sfida con la sua ex squadra.

In casa Milan sono rientrati tutti i nazionali e mister Pioli, mercoledì pomeriggio, ha diretto il primo allenamento con il gruppo al completo.

A Milanello per seguire i lavori della squadra erano presenti Maldini e Massara.

Tanto lavoro con la palla dopo la prima fase di riscaldamento e poi, i rossoneri, divisi in tre squadre hanno disputato delle partitelle a campo ridotto: possesso palla, pressing, e tanto lavoro sui cross e sui tiri in porta da fuori area.

Nella gara con il Lecce l’allenatore originario di Parma non potrà contare su Calabria e Castillejo entrambi fermati dal Giudice Sportivo.

Intanto prosegue a gonfie vele la vendita del settore ospiti che ha già superato quota 2300, si prevede dunque l’ennesima “onda giallorossa” che potrebbe toccare quota 2500 così come accadde nello stesso stadio nella prima giornata con l’Inter di Conte o addirittura superarla.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*