Violentata dal suo tutor? 33enne condannato a 6 anni e mezzo. Assolti due amici

LECCE- Una violenza sessuale durante il periodo di formazione per l’avvio al lavoro di volantinaggio. Al termine del processo davanti alla Prima Sezione Penale, è arrivata la condanna a 6 anni e 6 mesi per il 33enne di Galatone accusato degli abusi nei confronti di una 22enne di Manduria. La ragazza, secondo l’accusa, sarebbe stata violentata dal suo tutor una mattina di novembre del 2015, dopo essere stata portata in un luogo isolato tra Villa Convento e Novoli e dopo una giornata di formazione trascorsa insieme. Ha raccontato di essere arrivata lì in compagnia del 33enne e da due suoi colleghi che si erano offerti di darle un passaggio sino alla stazione di Lecce. Poi, senza che lei se ne rendesse conto, avevano cambiato direzione. Gli abusi sarebbero avvenuti nell’auto, dove i due complici l’avrebbero chiusa insieme al 33enne per impedirle di fuggire. Poi, dopo la violenza, si sarebbero allontanati. La ragazza era comune riuscita a raggiungere la Stazione e a chiedere aiuto ad un’amica. Le indagini erano state condotte dagli agenti della Squadra Mobile.

I due presunti complici, un 30enne di Gallipoli e un 24enne di Lequile, sono stati invece assolti. E’ caduta quindi l’accusa della violenza di gruppo. Il pm Maria Vallefuoco aveva chiesto una condanna a 8 anni per tutti e tre gli imputati.  Alla ragazza è stata riconosciuto un risarcimento di 80 mila euro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*