Contromano sulla Lecce-Brindisi, un morto. Arrestato un carabiniere: era ubriaco

LECCE, BRINDISI-Lo scontro è stato violento, le due auto, una Bmw nera ed una Renault Clio, si sono accartocciate. Era ancora buio quando sulla statale Lecce-Brindisi si è consumata la tragedia, un incidente dovuto ad una distrazione fatale che è costato la vita a Desiderio Serio, 59 anni di Brindisi, morto schiacciato tra le lamiere della Clio. Intorno alle 4 del mattino, mentre rientrava a casa insieme ad un amico, dopo una serata trascorsa a Lecce, si è trovato davanti una Bmw che procedeva nella direzione di marcia sbagliata. L’uomo alla guida, un carabiniere forestale di 34 anni in servizio a Matera, Giuseppe Calianno, aveva imboccato la Statale contromano e dopo aver percorso circa 10 chilometri si è trovato la Clio di fronte. I due conducenti non sono riusciti ad evitarsi o a frenare. Tutti e tre sono rimasti feriti, ma per il 59enne non c’è stato nulla da fare. L’amico che gli era seduto accanto, anche lui di Brindisi, e il carabiniere, sono stati trasportati in ambulanza al Vito Fazzi ed ora sono ricoverati. Il militare brindisino è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale.

Le analisi hanno evidenziato nel sangue un tasso alcolemico superiore al consentito: 1,8 su un limite di 0.50. Questo potrebbe aver contribuito a confonderlo, a fargli imboccare la corsia sbagliata senza, probabilmente, rendersene conto. La Bmw che sfrecciava contromano sulla statale era già stata segnalata alla Polstrada da una telefonata. Era nel tratto Squinzano-Trepuzzi. Di lì a poco si sarebbe verificato lo scontro.

Sul posto oltre alle ambulanze del 118 sono intervenuti i vigili del fuoco, il personale dell’Anas  e la Polizia Stradale di Lecce che sta ricostruendo la dinamica. Gli agenti, guidati dalla dottoressa Lucia Tondo, stanno esaminando le telecamere dell’Anas per capire quale svincolo il carabiniere abbia imboccato e quanta strada abbia percorso esattamente contromano.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*