Blitz all’alba, elicotteri e cinofili per scovare i nascondigli della droga

CUTROFIANO- L’operazione antidroga stavolta arriva dal cielo con i controlli del comando provinciale dei carabinieri supportato dallo Squadrone cacciatori Puglia.

A Cutrofiano un blitz all’alba ha portato all’arresto del 66enne Salvatore De Donatis, già tenuto d’occhio dai militari, probabilmente dopo che il figlio, un mese fa, è finito nei guai per una piantagione di marijuana ritrovata in casa. Nell’abitazione familiare è stato ritrovato un centinaio di grammi delle stessa sostanza, ma è nella villetta di campagna in contrada Signorella che era nascosto tutto il resto: 13 involucri in cellophane contenenti complessivamente 861 grammi di marijuana; una pistola automatica (da guerra) calibro 9×21 marca Zastava e con matricola abrasa, con un serbatoio completo di 7 cartucce; una bottiglia con 1160 piombini, ma anche polvere da sparo e bilancino di precisione con materiale vario per il confezionamento. L’uomo è stato sottoposto ai domiciliari.
A Melpignano, invece, sempre in seguito al servizio antidroga, è stato arrestato Luigi Golia, 57 anni, già noto e ora finito in carcere: nella sua villa di campagna aveva 292 grammi di cocaina purissima nascosti all’interno di una colonnina per innaffiare, due bilancini di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi e 1800 euro in banconote di piccolo taglio.

 

Non è tutto. A Lecce, in via Masseria Li Manzi, oltre agli elicotteri sono stati impiegati anche i cinofili giunti da Modugno per la perquisizione a casa di Marcella Masiello, 49 anni, vedova del pluripregiudicato Massimo Vitale detto “zio Peppe”: è stata trovata in possesso di complessivi 11,65 grammi di cocaina suddivisi in 24 dosi. Anche per lei si sono aperte le porte di Borgo San Nicola.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*