Una domenica dal Cuore Amico: Marco ha la sua auto attrezzata

CASARANO- Emozioni e sorrisi a Casarano dove c’è un Cuore che batte sempre più forte….è quello di Marco che in questa domenica,  in occasione della sua Santa Cresima, ha ricevuto in dono un regalo speciale: l’auto attrezzata di Cuore Amico.

Lui ha 15 anni e dalla nascita è affetto da una patologia che conta meno di 50 casi nel mondo, ossia la sindrome di Shprintzen-Goldberg che gli impedisce di parlare e camminare e che, come se non bastasse, si somma a una seria cardiopatia che lo ha portato, e lo porterà ancora, in sala operatoria al Bambin Gesù di Roma…

Tuttavia Marco è un miracolo e trascina chiunque lo incontri nel suo mondo fantastico, circondandosi ogni giorno di amici che non perdono occasione per farlo sorridere e regalargli nuove emozioni, come con questo omaggio, da parte dei ragazzi del Centro polivalente per disabili Alicanto.

Ma non solo: da oggi questo ragazzino specialissimo avrà un motivo in più per spingere tutti nella sia quotidianità grazie al dono più bello, ossia l’auto attrezzata, consegnata dal presidente della onlus salentina Paolo Pagliaro, proprio ai piedi della Chiesa San Giuseppe e Pio: “Questa macchina è un simbolo di come in maniera spontanea –ha detto– questa comunità salentina si stringe ogni volta attorno ai bambini che hanno maggiormente bisogno. E oggi, l’occasione di questa consegna fuori dalla chiesa, con la benedizione del parroco, ancora una volta dà l’idea che i valori cristiani non sono messi da parte, nonostante qualcuno si stia sognando di togliere il crocifisso dalle aule scolastiche, una cosa questa che faremo in modo di evitare. Marco è un bambino che abbiamo imparato a conoscere. Sin dall’inizio ci ha toccato il cuore e gli vogliamo un sacco di meno, come gliene volete voi… ed è bellissimo che oggi tutta Casarano si stringa attorno a lui”.

CuoreAmico  ha così portato a segno una nuova missione, colorando d’amore e solidarietà un’altra domenica che resterà incisa nei ricordi di Marco e della sua grande famiglia. 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*