Sosta a pagamento al Fazzi, Asl si difende: “Obiettivo ospedale senza auto”

LECCE – Non accenna a placarsi la polemica sui parcheggi a pagamento all’esterno dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce. Provvedimento contro il quale venerdì, ad esempio, due associazioni hanno manifestato in sit-in.

L’azienda sanitaria si difende: “Quella che ASL Lecce sta studiando -fa sapere- è una strategia mirata a rivoluzionare completamente l’idea stessa di mobilità e di logistica del “Vito Fazzi” di Lecce. Un disegno di sostenibilità su più livelli -continua- La sistemazione dei parcheggi esterni all’ospedale, peraltro con una tariffazione a pagamento a bassa incidenza sociale (60 centesimi l’ora, 1,50 euro per l’intera giornata) e con l’individuazione di una quota di aree di sosta gratuite, è soltanto il primo passo ed è finalizzato a restituire efficienza esterna ed interna a tutta l’area. Il passaggio successivo consisterà nella sistemazione di aree interne da destinare a parcheggi al servizio dell’intero presidio, alla realizzazione di un eliporto, nonché lo studio di una logistica che separi completamente i flussi automobilistici da quelli di trasporto funzionali all’attività strettamente ospedaliera”.

L’obiettivo finale si riassume in tre parole: ospedale senza macchine. “La realizzazione di questa idea -conclude la Asl- si tradurrà sostanzialmente nella riconversione della mobilità interna del “Fazzi”, collegandola ai progetti d’iniziativa comunale, grazie all’impiego di veicoli completamente elettrici. una “green zone” a impatto zero”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*