Estorsione e truffa, Nello Marti querela l’Arneo

LECCE- Il consorzio continua a inviare cartelle, lui replica che non è tenuto a pagarle e alla fine arriva un “ultimatum”. E’ accaduto al produttore Rai Nello Marti, nonchè coltivatore diretto, che ha presentato denuncia-querela alla Procura della Repubblica di Lecce contro il consorzio speciale per la bonifica di Arneo.

Tutto ha avuto inizio nel 2000, quando Marti ha deciso di citare   in giudizio il consorzio affermando di non essere tenuto al pagamento degli importi richiesti negli anni 97-98-99 difettando ogni beneficio diretto. 6 anni dopo, il tribunale gli dà ragione.  Ma, nonostante questo, il Consorzio ha continuato a inviare a Marti altre cartelle, a cui lui ha replicato non ricevendo mai risposta, fino all’aut-aut, in cui veniva minacciato del sequestro del suo mezzo agricolo. Ma a quel punto Nello Marti   ha risposto con una querela, in cui si ipotizzano i reati di estorsione e truffa.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*