Lecce: ripresa con Imbula e Babacar. Sabato amichevole con il Cosenza

LECCE (di M.C.) – Appuntamento pomeridiano all’Acaya Golf Resort per il Lecce che riprende, dopo due giorni di riposo, la preparazione.
Inizia il lungo percorso di avvicinamento alla sfida di Torino col Torino di lunedì 16 settembre e per Liverani è tanto il lavoro da fare così come le attente valutazioni.
Il mister romano, che può contare sul centrocampista Imbula e l’attaccante Babacar e ritrova dopo la squalifica Farias, deve iniettare gli anticorpi giusti all’intero gruppo dopo le due sconfitte consecutive contro Inter e ben più grave con il Verona in casa.
E quello che desta un po’ di preoccupazione non è lo 0 in classifica ma lo 0 nella casella gol siglati contro i 5 subiti. Ed è proprio lì, in attacco, che potrebbero esserci per la prossima gara i cambiamenti più importanti. Nell’attesa di capire se Babacar è pronto e può scendere in campo e prendersi sulle spalle il centro dell’attacco giallorosso oppure se ha bisogno di tempo, possiamo ipotizzare che accanto a lui potrebbe agire uno tra Lapadula e Falco con Mancosu alle spalle; il capitano sardo fino al 16 settembre sarà più brillante rispetto alla gara con il Verona.
Brillantezza che dovrà ritrovare anche il centrocampo apparso lento e impacciato nella sfida con i veneti dove potrebbe esserci il rientro di Petriccione.
Assenti Benzar e Majer impegnati con le rispettive nazionali nelle sfide valide per la qualificazione agli Europei; la Romania di Benzar 5 e 8 settembre giocherà con Spagna e Malta, mentre la Slovenia di Majer il 6 e 9 settembre affronterà Polonia e Israele.
Da valutare le condizioni di Lo Faso mentre continuano il lavoro di riabilitazione e allenamento dopo i rispettivi interventi chirurgici Fiamozzi e Meccariello.

Infine, sabato pomeriggio, molto probabilmente, il Lecce giocherà una gara amichevole con il Cosenza al Via del Mare alle ore 18:00; si attende ufficialità da parte della società giallorossa per conoscere soprattutto gli aspetti organizzativi che interessano ai tifosi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*