Arresti e denunce sui binari: controlli sui treni lungo la tratta Lecce-Bologna

LECCE- 4.604 persone controllate, di cui 600 con precedenti di polizia, 3 persone arrestate, 6 indagate, 4 segnalate all’Autorità Amministrativa per possesso di stupefacenti, 15 grammi di hashish sequestrati: nel periodo di Ferragosto la Polizia Ferroviaria

ha intensificato i servizi istituzionali con l’impiego di 101 pattuglie nelle stazioni e 31 a bordo treno. 51 i convogli ferroviari scortati, in particolar modo della lunga percorrenza diurna/notturna della tratta Lecce-Bologna. 9 i servizi antiborseggio in abiti civili per contrastare i furti in danno dei viaggiatori, due persone straniere non regolarmente in Italia.

Nella stazione di Foggia, è stato arrestato un uomo barese, pregiudicato, che si era reso responsabile del furto di una borsa (con denaro, documenti e monili in argento), sottratta a una passeggera del Frecciarossa Milano-Bari. La borsa è stata recuperata dagli agenti e restituita, con tutto il contenuto, alla donna.

Nelle maglie dei controlli, anche due uomini romeni, uno destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GI.P. del Tribunale di Salerno perché indagato per furto aggravato di una borsa in danno di un’anziana signora; l’altro, allontanato dal territorio nazionale nel 2014 in esecuzione di misura di sicurezza emessa dal Tribunale di Foggia, in quanto condannato per tentato omicidio, era rientrato illegalmente in Italia. Entrambi venivano tratti in arresto.

Nella Stazione ferroviaria di Bari Centrale è stato fermato dagli agenti un sessantenne italiano, che aveva molestato una turista coreana, palpeggiandola ripetutamente nelle parti intime e tentando di baciarla. È stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per violenza sessuale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*