Baia Verde: “Risveglio di Ferragosto in una discarica a cielo aperto”

BAIA VERDE, GALLIPOLI – Il risveglio qui, in uno dei posti più belli del Salento, giustamente strapieno di turisti in questi giorni, è stato pessimo. Ecco la situazione la mattina di Ferragosto a Baia Verde, Gallipoli. Il video che potete guardare nel servizio qui sotto è stato girato dall’associazione Pro Baia Verde. Le immagini parlano da sole.

Sacchi stracolmi di spazzatura e poi, ovunque, bottiglie di birra e superalcolici.

Sia nella zona residenziale della Baia, che sul lungomare, nel tratto chiuso alle auto, area pedonale.

Al mattino i camion della raccolta sono passati e hanno preso quello che il calendario della differenziata prevede. Ma il resto è rimasto lì, soprattutto ai bordi delle strade. Cartacce, bottiglie di plastica e di vetro, piatti di plastica.

Come sempre, la colpa è dell’inciviltà, non si possono cercare altre cause. E i residenti sono esasperati, così come pure i turisti educati. Ma sembra una guerra persa.

Dall’altro lato, viene chiesto però a gran voce l’intervento dell’amministrazione comunale. La cartolina è pessima. Così come pure sul fronte dei parcheggi selvaggi: decine e decine di auto sprovviste dei pass-residenti erano in sosta ovunque, anche in corrispondenza di incroci e cancelli d’ingresso delle abitazioni.

L’appello va dunque al vicesindaco, che ha anche la delega all’Ambiente, e al sindaco per potenziare quanto più possibile la presenza dei vigili urbani. “In conferenza stampa, all’inizio dell’estate -dicono i residenti- erano stati annunciati turni 10-13 e 16-19 per gli agenti che avrebbero dovuto presidiare la Baia, ma così non è stato”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*