In 55 sbarcano sull’isolotto di Sant’Andrea, il natante fugge via

GALLIPOLI – Dopo averli lasciati lì, sull’isola di Sant’Andrea, la barca ha preso nuovamente il largo facendo perdere ogni sua traccia.

Un nuovo sbarco spontaneo a tarda notte, intorno alle 3, ha fatto sì che la macchina dei soccorsi si attivasse a Gallipoli: la Croce Rossa e il 118 sono subito intervenuti per soccorrere 55 persone, tutte di nazionalità pakistana, infreddolite e provate dalla traversata, ma tutte in buone condizioni. Tra loro anche 11 minori. Soltanto uno dei migranti è stato trasportato in ospedale per una sospetta distorsione alla caviglia.

Avvistati a terra dalla Guardia di Finanza i migranti sono stati recuperati dai militari e dalla Capitaneria di Porto e spostati al Porto di Gallipoli, dove sono stati visitati e rifocillati dai medici USMAF (medici di frontiera) e daglin operatori della Croce Rossa di Lecce. In queste ore sono stati tutti trasferiti al centro Don Tonino Bello di Otranto.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*