Bombola d’ossigeno ingombrante, disabile “blocca” il treno per Lecce

BOLOGNA – Attesa interminabile, ieri per il Frecciarossa Partito da Torino e Diretto a Lecce. A Bologna il convoglio è stato bloccato per ben sette ore . 600 i viaggiatori bloccati e costretti a cambiare treno. Un 71enne salentino costretto a respirare con l’ausilio di una grossa bombola d’ossigeno, troppo grande per consentire il viaggio in sicurezza, è stato invitato a scendere dal treno e a farsi accompagnare da un’ambulanza. Da qui il rifiuto dell’uomo che non ha voluto scendere dal mezzo e l’inizio dell’odissea, terminata solo alle 19, quando ha accettato un foglio con il quale si garantiva di accompagnalo in ambulanza fino in Salento. Nel frattempo, e solo a pomeriggio inoltrato, è giunto per gli altri passeggeri un altro convoglio che li ha portati a destinazione. Trenitalia ha già fatto sapere che rimborserà il biglietto ai viaggiatori.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*