Nasce l’Osservatorio leccese sui neofascismi

LECCE- Nasce l’Osservatorio provinciale sui neofascismi, istituito oggi in seno alla presidenza della Provincia di Lecce. Il protocollo d’intesa è stato firmato dall’ente e dal Coordinamento Provinciale Antifascista, costituito dalle articolazioni leccesi di Anpi, Arci, Cgil, Libera, Link, Unione degli Studenti e Studenti Indipendenti-Udu.

L’Osservatorio si comporrà di attivisti che svolgeranno l’incarico a titolo gratuito con l’obiettivo di prevenire e arginare l’espansione di fenomeni d’ispirazione neofascista attraverso un monitoraggio e una denuncia costante di attività, eventi o episodi che rivelino connotazioni razziste e xenofobe.

“In un momento storico così delicato, in cui assistiamo ad uno sdoganamento di movimenti neofascisti – dichiara il Presidente della Provincia Minerva – abbiamo l’esigenza che le Istituzioni diano un segnale chiaro e inequivocabile”. “L’obiettivo è riportare al centro della comunità i valori della Costituzione, i suoi principi inalienabili rigettando intolleranza e violenza”, dichiarano dal Coordinamento Antifascista.

Polemiche sono state, però, sollevate da Azione Studentesca Lecce, con una lettera indirizzata a Minerva da un loro rappresentante: “Ci aspettiamo che, se realmente ignora le condizioni delle strutture scolastiche, adoperi il suo tempo per istituire un Osservatorio, sì ma l’Osservatorio Provinciale sullo Stato di Emergenza delle Strutture Scolastiche”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*