Roséxpo 2019, torna in città la magia del rosato

LECCE- Una due giorni in città di degustazioni e bollicine in compagnia della sesta edizione di Roséxpo, il salone internazionale dei vini rosati. Il tutto ha avuto inizio al Convitto Palmieri con una tavola rotonda moderata dal giornalista Filippo Bartolotta, esperto dei mercati internazionali e salito alla ribalta internazionale per essere stato il wine consultant di Obama, alla presenza dei player del mercato italiano portatori di conoscenza ed esperienza anche all’estero. “I grandi produttori italiani investono nei rosati. Moda, semplice richiesta commerciale o voglia di scommettere su una categoria in viari crescita sia in Italia che all’ estero?” il tema della conversazione alla quale interverranno Marina Cvetic Masciarelli – Cantina Masciarelli, Cristina Ziliani – Cantina Berlucchi, Christian Scrinzi – Responsabile Enologi GIV, Mattia Vezzola – Cantina Costaripa, Matilde Poggi – Cantina Le Fraghe e Presidente FIVI, Lucia Letrari – Istituto Trento DOC e Damiano Calò – Produttore deGusto Salento. A margine della tavola rotonda sarà conferito un riconoscimento alla memoria di Severino Garofano, una delle più autorevoli figure dell’enologia italiana che è mancato lo scorso anno e che in qualità di enologo per primo ha creduto nel valore di un vitigno importante come il Negroamaro dandogli grande dignità vinicola. Sempre nel corso dell’incontro è prevista la premiazione del concorso “Salice Salentino USA Bloggers Contest 2019” con la consegna di un premio a Gina Zarcadoolas, Foodie WineLover e infine la premiazione Trofeo Miglior Sommelier del Negroamaro in collaborazione con AIS Puglia

Subito dopo spazio invece alle degustazioni con l’apertura dei banchi d’assaggio, alla scoperta delle 300 etichette arrivate a Lecce a raccontare le declinazioni del Rosato da ogni parte del mondo. Un modo alternativo di fare un viaggio gustativo dalla Georgia al Libano, dal Portogallo al Sud Africa; con uno spazio dedicato anche alla Provenza, con le sue diverse denominazioni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*