Schianto scooter-citycar: la 22enne non ce l’ha fatta. Si consegna investitore: è minorenne

CASTROMEDIANO – Troppo gravi le lesioni al fegato: dopo un delicato intervento chirurgico non ce l’ha fatta. Elisa Bascià, 22 enne di Cavallino, sabato notte era in compagnia di un’amica di 17anni: viaggiavano a bordo di uno scooter a Castromediano.

All’improvviso, all’altezza dell’incrocio tra via Leuca e Via Carducci, l’impatto con una citycar.

Per Elisa è stata subito corsa contro il tempo: è stata trasportata in codice rosso al Vito Fazzi di Lecce, dove i traumi interni riportati dalla ragazza sono apparsi gravissimi. Ricoverata nel reparto di Rianimazione, nella notte il suo cuore ha smesso di battere. La salma è stata trasferita nella camera mortuaria del nosocomio, in attesa che ne sia disposto l’esame autoptico.

Domenica pomeriggio l’investitore, 15enne, si è consegnato spontaneamente in caserma a Cavallino. Al momento per lui, e l’altro passeggero suo coetaneo, l’ipotesi al vaglio è quella di omissione di soccorso. Resta da accertare, invece, quella di omicidio stradale anche se, dalle prime parziali ricostruzioni, sembrerebbe che sia stato lo scooter a tamponare l’autovettura.

I miliatri della stazione di Cavallino e San Cesario sono impegnati, in queste ore, nell’analisi dei filmati delle telecamere presenti nella zona. Saranno determinanti per la ricostruzione dettagliata della dinamica dell’incidente.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*