Casa Comi: Provincia ordina sgombero della trattoria, Tar sospende tutto

LUCUGNANO- Accogliendo la richiesta cautelare d’urgenza proposta dagli avv.ti prof. Pier Luigi e Giorgio Portaluri, per conto della Trattoria da Iolanda, il Tar Lecce ha concesso la sospensione dell’ordinanza con la quale ad inizio giugno la Provincia di Lecce ha ordinato il rilascio e lo sgombero – entro dieci giorni – del Giardino di Palazzo Comi a Lucugnano, frazione di Tricase.

In particolare, nel 2012 la Trattoria da Iolanda ha ottenuto in concessione dalla Provincia – allora proprietaria dell’immobile – l’utilizzo dei Giardini di Palazzo Comi, al fine di collocare tavolini e sedie a servizio della propria attività di ristorazione.

La Trattoria da Iolanda ha quindi compiuto considerevoli investimenti – pari ad oltre 155.000,00 € – al fine di recuperare un immobile di particolare rilievo storico e culturale per il territorio salentino che versava allora in un grave stato di abbandono.

Il Palazzo Comi è stato per molti anni dimora del poeta e letterato Girolamo Comi, figura di spicco della letteratura italiana dei primi del ‘900. Le stanze di quel Palazzo – che oggi ospitano anche un museo e una biblioteca – hanno accolto grandissimi esponenti della cultura italiana quali Vittorio Bodini, Alda Merini e Maria Corti.

L’intervento della Trattoria da Iolanda ha coniugato l’attività di ristorazione con quella di riscoperta e valorizzazione della produzione letteraria di Girolamo Comi: infatti, nel tempo quella società ha promosso numerosi eventi di particolare rilievo.

Senonché, ritenendo sussistenti alcune irregolarità nel rapporto concessorio instaurato, a inizio giugno la Provincia ha ordinato alla Trattoria da Iolanda il rilascio e lo sgombero dell’immobile entro dieci giorni.

In considerazione del gravissimo danno economico che l’esecuzione dell’ordinanza provinciale recherebbe all’attività di ristorazione, il Tar Lecce ha quindi accolto la richiesta cautelare proposta dalla Trattoria da Iolanda, fissando per il prossimo 9 luglio l’udienza di discussione.

Esprimono soddisfazione gli avv.ti prof. Pier Luigi e Giorgio Portaluri poiché il provvedimento adottato dal Tar scongiura – almeno nell’immediato – i rischi che sarebbero derivati dall’esecuzione del provvedimento provinciale, non solo nei confronti dell’attività imprenditoriale della Trattoria da Iolanda ma, soprattutto, nei riguardi dell’offerta turistica e culturale del territorio salentino all’avvio della stagione estiva.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*