Calunnie nei confronti dei pubblici ufficiali: condannato avvocato

LECCE – Un avvocato di Campi Salentina, Giuseppe Tempesta, è stato condannato a due anni e mezzo di reclusione per calunnia, oltre a dover risarcire le parti offese di 10 mila euro ciascuna. È quanto ha disposto il giudice monocratico Valeria Fedele.

Nel mirino delle calunnie del legale erano finiti il generale di brigata della guardia di finanza Patrizio Vezzoli (all’epoca dei fatti al comando delle fiamme gialle salentine) e il colonnello Donato Zacheo, comandante della polizia locale di Lecce.

Secondo Tempesta i due pubblici ufficiali avrebbero, in diverse occasioni, abusato del proprio ruolo, il tutto a danno dell’avvocato.

I comnadanti Vezzoli e Zacheo sono difesi rispettivamente dagli avvocati Salvatore Centonze e Daniela De Liguori. Tempesta dall’avvocato Giuseppe Corleto.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*