Nuovi stabilimenti balneari in Puglia, per Federbalneari “due pesi e due misure”

LECCE- Alla luce delle recenti aperture di nuovi stabilimenti balneari nelle aree di Bari e Brindisi Nord, “non si può non constatare, ancora una volta, come la geografia del turismo pugliese sia caratterizzata da una netta divisione tra l’area della Valle d’Itria – nella quale vengono attuate politiche di sostegno al turismo di tutte le fasce, incluso il mercato del lusso – e il Salento, al quale di fatto viene inibito l’accesso al mercato turistico di fascia medio-alta e alta”. È la presa di posizione di Mauro Della Valle, presidente di Federbalneari Salento, che interviene per lanciare un monito alla Regione Puglia, alle istituzioni e agli esponenti politici locali. “Prendiamo atto sempre di più – spiega – che, pur vivendo nella stessa regione, ciò che è consentito in termini di investimenti turistico-balneari da Brindisi in su, non è purtroppo consentito da Brindisi in giù”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*