Brayan Vera in viaggio verso il Salento: obiettivo imporsi in A

Brayan Vera, foto profilo Instagram
I ringraziamenti nella storia su Instagram di Bryan Vera

LECCE (di M.C.) – Dalla Colombia al Salento, obiettivo imporsi nel calcio italiano dimostrando di essere pronto a giocarsi un posto da titolare in squadra, nel Lecce di Liverani; ecco Brayan Vera.
Nel tempo in cui i social sono il termometro di ogni situazione, il terzino sinistro classe ‘99, ha salutato tutti i suoi tifosi, ringraziandoli, con una storia su Instagram, ed è pronto al lungo viaggio verso il suo futuro.

Brayan Emanuel Vera Ramirez è il primo acquisto del Lecce targato serie A. Sarà presentato alla stampa domani, giovedì 13 giugno, alle ore 11:30 al Via del Mare.

Arriva dal Leones, è un terzino sinistro fisico ma abbastanza agile, può giocare anche da difensore centrale, e sembra avere una grande intelligenza tattica, molto bravo nell’anticipo e nella veloce ripartenza che riesce ad abbinare a movimenti felini e dribbling spiazzanti.
Ovviamente è una scommessa, è la scommessa di Mauro Meluso che l’ha potuto notare nel Mondiale Under 20 e ha deciso di strapparlo agli occhi di altri club che hanno provato l’approccio con l’entourage del calciatore.

Caratterialmente tranquillo, fuori dal campo mai nessun colpo di testa; è sicuramente da Lecce, sotto il profilo umano, perché ha le caratteristiche che la società giallorossa ha dimostrato di cercare e trovare negli ultimi anni: prima uomo, poi calciatore.
L’esperienza in campo poi arriverà, dovrà giocarsi il posto da titolare con Calderoni, uno dei più continui della scorsa stagione, si alza dunque l’asticella della competitività sulla corsia sinistra, ci sarà da correre per tutti per guadagnarsi un posto da titolare.
Il direttore sportivo dunque ha scommesso, adesso toccherà a Fabio Liverani sgrezzare Vera che potrebbe rivelarsi un diamante oltre che un grande investimento in prospettiva futura: la cifra investita nell’intera operazione si aggirerebbe intorno ai 900mila euro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*