Il Lecce spinge per Farias e Vera. Nel mirino pure Zahovic

Brayan Vera, 19 anni, difensore colombiano (foto web)

LECCE – (di Tonio De Giorgi) La prossima sarà una settimana importante in casa giallorossa. Il presidente Saverio Sticchi Damiani e il direttore sportivo Mauro Meluso lunedì pomeriggio terranno una conferenza stampa al Via del Mare dopo l’accordo raggiunto per il prolungamento del contratto del direttore sportivo fino al 2022. E nei prossimi giorni, molto probabilmente in sede, si discuteranno di altri rinnovi, quelli di tre calciatori che faranno parte dell’organico che sarà allenato dal tecnico Liverani pure nel prossimo campionato. Si tratta di Falco, Petriccione e Majer. I tre calciatori vestiranno ancora la maglia giallorossa e il contratto sarà prolungato fino al 2023. L’allenatore giallorosso punta decisamente su Falco e Petriccione, ma pure su Zan Majer, centrocampista sloveno arrivato al Lecce lo scorso febbraio dopo l’infortunio a Scavone. Una bella sorpresa e una piacevole intuizione di Meluso che consegnò a Liverani un calciatore divenuto presto titolare. Venerdì sera il direttore sportivo giallorosso era a Klagenfurt per assistere alla partita di qualificazione agli Europei tra Austria e Slovenia, ma il giallorosso Zan Majer non è stato impiegato. A proposito di sloveni Meluso sembra essere interessato a   Luka Zahovic, 23 anni, attaccante del Maribor, nato in Portogallo, ma di nazionalità slovena. Il Lecce sta valutando e tiene calda la pista che porta allo sloveno. Molto caldi i contatti avviati con il Cagliari per l’attaccante Diego Farias, 29 anni. Il brasiliano ha chiuso la scorsa stagione la sua esperienza con la maglia dell’Empoli. Sette i gol realizzati con gli azzurri empolesi. Farias, di proprietà del Cagliari, potrebbe essere uno dei primi rinforzi del Lecce per la prossima stagione. Sempre per l’attacco si starebbe seguendo pure la pista che porta a Riccardo Saponara, 27 anni, trequartista, nell’ultima stagione alla Sampdoria, ma di proprietà della Fiorentina. Un altro giocatore che interessa al Lecce è Bartolomiej Dragowski, 21 anni, portiere di nazionalità polacca. Anche lui, nell’ultima stagione, ha vestito la maglia dell’Empoli. Il suo cartellino, però, è di proprietà della Fiorentina. Il discorso resta più che mai aperto sebbene per il giovane portiere polacco non manchino le richieste pure da campionati esteri. Un reparto che Meluso deve rinforzare è quello difensivo. Sul taccuino di Meluso è finito il nome di Brayan Emanuel Vera Ramirez, colombiano classe 1999, difensore mancino di proprietà dell’Itagui Leones. Il direttore sportivo giallorosso lo ha potuto vedere all’opera proprio al Mondiale Under in Polonia e sembra si sia definitivamente convinto ad avviare una trattativa. Sempre per la difesa, oltre a Meccariello tornato al Brescia e per il quale il Lecce può esercitare u diritto di riscatto, e al partente Cosenza (scarsamente utilizzato nell’ultima stagione) è partito pure Lorenzo Venuti  di proprietà della Fiorentina per fine prestito, ma potrebbe tornare in giallorosso se non rientrerà nei piani della società viola. Intanto al Lecce è stato proposto Ignazio Abate, 32 anni. Il terzino destro ha appena chiuso la sua avventura con il Milan, ma non intende ancora appendere le scarpette al chiodo. Meluso e Liverani stanno valutando se investire sull’ex giocatore del Milan che assicurerebbe pure un bel bagaglio di esperienza. Nell’ultima stagione ha collezionato 19 presenze in Serie A, 3 in Europa League e 2 in Coppa Italia.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*