Lecce, Meluso osserva talenti al Mondiale Under 20. La Mantia: tutti i gol promozione oggi su Tele Rama

Mauro Meluso, direttore sportivo del Lecce (foto P. Pinto)

LECCE – (di Tonio De Giorgi) Continua il tour del direttore sportivo Mauro Meluso in Polonia dove soo in corso i Mondiali Under 20 di calcio. il dirigente giallorosso anche oggi assisterà ad alcune partite in programma e sul suo taccuino annoterà nomi che potrebbero fare al caso del Lecce. Se ne discuterà tuttavia con il tecnico Liverani e i massimi dirigenti del club giallorosso al suo rientro in Salento per definire nello specifico gli obbiettivi di mercato della prossima stagione. Alla corte di Liverani dovrebbero arrivare non meno di nove calciatori tra difensori, centrocampisti e attaccanti oltre a un portiere. Nei prossimi giorni sarà perfezionato pure il riscatto di Tachtsidis dal Notiingham Forest e il prolungamento del contratto di Majer. Anche per Falco e La Mantia sono in arrivo due anni in più di contratto rispetto all’attuale scadenza che è nel 2021. Con i suoi 17 gol Andrea La Mantia ha contribuito alla promozione del Lecce in Serie A. Pure nella sfida decisiva contro lo Spezia ha lasciato il suo timbro, il diciassettesimo stagionale. Per l’attaccante originario di Marino è un record. Prima di approdare al Lecce si era fermato a quota 13 nella stagione 2015-2016. Alla tappa cosentina lo portò Mauro Meluso, il quale, tre stagioni dopo, lo ha scelto per ridisegnare l’attacco della squadra di Fabio Liverani. E pure il tecnico ha lavorato abbastanza per rendere più completo l’attaccante diventato intoccabile nell’undici giallorosso. Troppo importante per La Mantia raggiungere la Serie A a 28 anni, forse l’ultimo treno per giocare nel calcio dei grandi. È bastato voltarsi indietro per capire quanto fosse importante sacrificarsi per poter calcare il palcoscenico così ambito della Serie A. Un’emozione che sicuramente ancora fatica a descrivere. Intanto continua a fare foto con i tifosi, a firmare autografi, a ricevere pacche sulle spalle. Perché quando entri nel cuore dei tifosi è così. Mai aveva giocato davanti a trentamila persone, neanche a ventimila o a diecimila. Al Via del Mare ha vissuto anche queste emozioni. È diventata la sua casa, la sua arena, dove è pronto a ruggire ancora. Sicuramente qualche società di B di prima fascia ha già bussato alla porta del suo procuratore e della società giallorossa, ma lui non intende muoversi. Il suo contratto scade nel 2021 ma in via Colonnello Costadura si firmerà presto l’adeguamento e il prolungamento del legame con la società del presidente Sticchi Damiani.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*