Big match da serie A: se sarà festa, sarà blindata. C’è l’ordinanza

LECCE – Fontane spente e transennate, così come l’anfiteatro, e villa comunale a rischio chiusura: se sabato dovesse essere festa, sarebbe dunque blindata. In vista del big match Lecce-Spezia, il sub commissario prefettizio vicario Guido Aprea ha emanato un’ordinanza con la quale oltre a riconfermare il piano traffico da tempo adottato in zona stadio, si elencano una serie di misure straordinarie in caso di vittoria giallorossa e, dunque, di festeggiamenti.

In 30 mila sono pronti a riempire gli spalti del Via del Mare, grazie anche alla riapertura integrale della Curva Sud disposta nei giorni scorsi, e un maxi schermo sarà allestito nel parco di Belloluogo. La tifoseria, come sempre accade in caso di vittoria, si riverserebbe poi in strada e nelle piazze.

L’ordinanza batte d’anticipo rispetto alle disposizioni che generalmente impartisce il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza e lo fa “al fine di prevenire situazioni di pericolo potenzialmente causate dell’eccezionale afflusso di persone – si legge – con la concentrazione di gente sia nell’area limitrofa allo stadio che nelle vie del centro che potrebbe essere tale da costituire un potenziale pericolo per la pubblica incolumità in caso di disordini“.

In primis la commissione prefettizia alla guida di Palazzo Carafa ordina la chiusura preventiva dell’erogazione dell’acqua delle fontane di Piazza Mazzini e di Viale Marconi (la Fontana dell’Armonia). Questo per tentare di scoraggiare i tifosi dal fare il tradizionale tuffo di buon augurio che anche lo scorso anno, con la promozione in serie B, non si è fatto attendere. In forse la chiusura della villa comunale al termine della partita “per evitare danni al patrimonio” si legge ancora nell’ordinanza. Previsto, invece, il transennamento intorno all’anfiteatro a alla fontana in piazza Mazzini, oltre ad “eventuali chiusure di emergenza di strade urbane interessate dal forte afflusso pedonale e veicolare“.

Chiamate a raccolta, poi, le organizzazioni di volontariato della Protezione Civile per le attività di soccorso, informazione e assistenza sanitaria e non. Procedure che saranno tutte coordinate dal Centro Operativo Comunale presso il Comando di Polizia Locale in Viale Rossini.

Allertata, infine, anche la ditta Monteco per la rimozione straordinaria dei rifiuti nella stessa stessa giornata di sabato e in quella di domenica, considerate anche le polemiche che puntualmente si ripetono all’indomani dei festeggiamenti, con una sorta di “bollettino post incursione” che rischia di macchiare un momento bello come una promozione.

Chissà se l’ordinanza riuscirà a bloccare l’entusiasmo dei tifosi. Di certo il conto alla rovescia è incandescente…e se festa dovesse essere, si spera che il fine giustifichi i mezzi.

E.Fio

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*