Minacce mafiose: la mobilitazione per Marco Cataldo. L’1 maggio a Parabita

PARABITA-Mobilitazione di piazza il primo maggio dopo il ritiro della candidatura di Marco Cataldo a sindaco del comune di Parabita, commissariato per mafia. Una decisione, quella di Cataldo e del suo gruppo, arrivata dopo le gravi minacce intimidatorie all’indirizzo suo e dei commissari. Minacce a sfondo mafioso, manifesti funebri, scritte chiare e inequivocabili. “Non entriamo nel merito delle decisioni del candidato, che sono personali- dicono gli organizzatori che si riuniranno alle 11 davanti al municipio- ma questa brutta storia non è affare di Parabita, non è un problema di Marco Cataldo. È un problema di ognuno di noi nessuno escluso”.

Tra i primi firmatari Giuseppe Fornari, avvocato coordinatore di Civica-Lecce,  Donato Metallo, sindaco di Racale, la senatrice Teresa Bellanova, Carlo Salvemini, sindaco uscente di Lecce, Anna Caputo, presidente Arci Lecce, Stefano Minerva, presidente provincia di Lecce, e tanti altri.

E’ possibile aderire all’appello firmando la petizione anche su change.org : http://chng.it/HkpNgFS5rP

O inviare una mail per info e comunicazioni a: 1maggiocontrolamafia@gmail.com

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*