Ex Galateo, il parco rinasce: consegnati i lavori

LECCE – Nel parco dell’ex sanatorio Galateo di Lecce il progetto di riqualificazione è pronto a partire. In mattinata Puglia Valore Immobiliare, proprietaria dell’area, ha proceduto alla consegna dei lavori all’impresa appaltatrice, un’Ati formata da Edil costruzioni srl e Perrotta Srl. Sul posto l’architetto responsabile del procedimento Carmela D’Onghia e il progettista Edmondo Scrimieri.

La Soprintendenza ha espresso parere favorevole al progetto, con alcune prescrizioni, tra cui la conservazione dello storico muro di recinzione esistente. Saranno dunque preservati tutti gli alberi presenti nel parco (mentre il progetto iniziale prevedeva di rifare la recinzione esterna, allargare la strada per creare parcheggi con il conseguente abbattimento di alcuni arbusti). Altro aspetto positivo il conseguente risparmio di una parte ingente della somma totale prevista proprio per quei lavori ora depennati. Somma che due associazioni leccesi, Forum Ambiente e salute e il comitato fare verde Santa Rosa, hanno proposto di impiegare per l’acquisto dell’area adiacente al parco (su lato est) di circa un ettaro; una zona quasi priva di alberi, degradata, dove però insiste una palazzina storica, di circa 300 mq su due piani, presumibilmente di fine ottocento, in abbandono e con il rischio di crollo di un lato.

Nel quartiere Leuca questo importante intervento urbanistico era atteso da ben 4 anni, da quando nel 2015 la Regione Puglia stanziò il contributo pari a 1 milione e 200 mila euro in favore della società di cartolarizzazione della regione, proprietaria degli immobili Asl ormai dismessi.

Entro la fine dell’anno, secondo le previsioni, quest’area diventrerà un parco urbano fruibile a tutti, la cui gestione per 25 anni sarà affidata gratuitamente al Comune di Lecce. Al suo interno il progetto prevede un front-office con bar-ristorante e servizi igienici, info point interattivi ai due ingressi, giochi per i bambini, un’anfiteatro per gli spettacoli e una zona fitness all’area aperta.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*