Una scuola in Uganda, tutti insieme per ultimare i lavori

LECCE- Continua in nome della solidarietà il progetto per l’ultimazione dei lavori della scuola in Uganda che questa volta conterà la partecipazione del Comune di Matino. Come hanno precisato gli organizzatori, “la manifestazione non ha solo l’obiettivo di raccogliere soldi per permettere ai bambini della comunità di Pajule di progettare e costruire il proprio futuro nella loro terra, ma vuole anche e soprattutto sensibilizzare e creare nella comunità un ‘cuore missionario’, un cuore aperto al mondo”.

Il progetto “Mission is possible”, fortemente voluto dal vescovo della Diocesi di Nardò – Gallipoli, monsignor Fernando Filograna, è stato ideato un anno e mezzo fa per aiutare la comunità del villaggio di Pajule, ad avere una nuova scuola, visto che quella già esistente non può accogliere tutti i bambini. A dicembre 2018 è stato organizzato un primo concerto per la raccolta di fondi.

L’idea di costruire una nuova scuola in questo villaggio africano è nata nel 2016, in seguito ad un viaggio che un gruppo di giovani della Diocesi di Nardò – Gallipoli, accompagnati da don Giuseppe Venneri, hanno fatto in Uganda per visitare le famiglie dei 160 bambini adottati a distanza e per benedire il dispensario farmaceutico realizzato in occasione del “Giubileo della Misericordia”. Intanto si può già donare per il progetto “Mission is possible”, utilizzando i seguenti riferimenti: Ufficio Diocesano per la cooperazione missionaria tra le chiese IT 37 B 03111 79820 000000060257 (UBI Banca, Filiale Nardò) Causale “progetto scuola”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*