Violentò i figli piccoli: padre “orco” condannato a 24 anni e mezzo

MAGLIE-E’ stato condannato a 24 anni e mezzo di carcere per aver abusato dei due figli piccoli, una loro amichetta e l’ex moglie. La sentenza per un uomo di 53 anni di Maglie è arrivata oggi al termine del processo nella prima sezione penale del Tribunale di Lecce ed è stata emessa dal giudice Gabriele Perna. I fatti contestati si sarebbero ripetuti nel tempo, dal 2006 sino al 2017. La figlia ed il figlio erano stati ripetutamente molestati sin da quando avevano 5 anni, sempre tra le mura domestiche e approfittando dell’assenza della moglie. Spesso le violenze avvenivano quando il padre era ubriaco e in una circostanza le particolari attenzioni erano state rivolte anche ad una ragazzina minorenne amica dei figli. Nei confronti dell’ex moglie inoltre l’uomo è accusato di stalking e gravi atti di violenza. Spesso la donna veniva minacciata di morte e durante degli scatti d’ira l’uomo l’aveva colpita sulla testa e le aveva stretto il collo con le mani. Dopo la fine del matrimonio il 53enne aveva continuato a renderle la vita impossibile pedinandola e costringendola a subire continue scenate di gelosia anche in luoghi pubblici. I giudici della Corte hanno aumentato la pena chiesta dal pubblico ministero di 23 anni e mezzo.
L’imputato è difeso dall’avvocato Germana Greco. Anche la madre dell’altra ragazzina si è costituita parte civile con l’avvocato Simona Mancini.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*