Molotov contro auto carabiniere: uno scappa in scooter, l’altro a piedi

LECCE- Il movente proprio non si conosce. Non sembra da ricercarsi né nella divisa, né nella vita privata. Eppure è certo che chi ha lanciato la bottiglia incendiaria, aveva in mente di colpire proprio quell’auto: una Jeep Compass che appartiene a un appuntato dei carabinieri. È successo in via Cavallotti, strada centralissima di Lecce, lunedì sera. L’uomo presta servizio nella stazione carabinieri di Galatina, è di Calimera e vive in un altro comune salentino. È arrivato a Lecce con la moglie per una passeggiata serale nel capoluogo barocco e ha parcheggiato in centro. Intorno alle 21,00, davanti a numerosi testimoni, due persone arrivate in scooter hanno lanciato la molotov contro la jeep. Poi i malviventi sono scappati, uno sempre in scooter verso via Trinchese, e l’altro a piedi. Sono stati ripresi dalle telecamere di videosorveglianza della zona. È stata divorata dalle fiamme anche la vettura parcheggiata vicino alla Compass, una Peugeot 2018. I vigili del fuoco del comando provinciale hanno spento il rogo. A indagare sono gli agenti delle Volanti della Questura di Lecce, supportati dai colleghi della Scientifica. I poliziotti stanno visionando le immagini catturate dalle telecamere, ascoltando i commercianti della zona e i testimoni. L’appuntato non sa assolutamente quale sia il movente, così come i suoi colleghi carabinieri in servizio con lui a Galatina e quelli del comune dell’uomo.  Al momento non si esclude neanche che i malviventi possano aver scambiato l’auto del carabiniere con quella del vero obiettivo. Ma sono solo supposizioni. La Polizia è sulle tracce dei responsabili.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*