Liverani stuzzicato dall’idea Tachtsidis in difesa

Panagiotis Tachtsidis, 28 anni, centrocampista del Lecce
Ottica Salomi

LECCE – (di Tonio De Giorgi) Per la Serie B sarà una settimana lunghissima e finirà il giorno di Pasquetta, lunedì prossimo quando si giocherà la 34^ giornata. Per il Lecce, in calendario, c’è l’impegno di Perugia e contro gli umbri, all’andata, maturò l’unico 0-0 casalingo. La squadra di Nesta, nell’ultimo turno, ha pareggiato sul campo del Pescara e ha bisogno di punti per entrare stabilmente nella griglia play off. Un’altra partita difficile attende la formazione leccese che non può perdere contatto con la testa della classifica se vuole centrare la promozione diretta. Purtroppo Liverani dovrà fare i conti con un’assenza importante, quella di Fabio Lucioni. Il difensore è stato espulso sabato scorso contro il Carpi per doppia ammonizione e dovrà così saltare la sfida del Curi. Per lui sarebbe stato pure un derby essendo nato a Terni. Dopo aver scontato la squalifica, da ottobre l’ex Benevento ha preso posto in pianta stabile nella squadra leccese, è diventato un punto di riferimento importante per i compagni della difesa e non solo. Nel periodo post squalifica aveva saltato solo la sfida contro il Livorno perché appiedato dal giudice sportivo. E così sarà a Perugia. In quell’occasione Liverani lo sostituì con Marino, il quale affiancò Meccariello al centro della difesa. Purtroppo quella di Lucioni potrebbe non essere l’unica assenza nel reparto difensivo. Sabato scorso Calderoni ha dovuto di nuovo lasciare il terreno di gioco per infortunio. Come a Cremona. Il suo recupero è servito solo a farlo stare in campo trentadue minuti quando ha lasciato il posto a Marino. Ed è questa la scelta che dovrebbe rifare Liverani perché la prova di Marino è stata convincente rispetto a Cremona. Il difensore giallorosso è stato anche l’autore dell’assist per il gol di Venuti che ha sbloccato la partita. Una scelta non scontata poiché in panchina era presente Di Matteo (alternativa naturale a Calderoni) mai impiegato, però, in questo campionato. La prestazione di Marino è stata buona con frequenti discese in attacco (essendo un centrale non ha nelle proprie corse la propulsione tipica del cursore di fascia). Senza Lucioni, però, Liverani dovrà pure formare una coppia centrale di difesa. A disposizione ci sono Riccardi e Cosenza, ma per quest’ultimo vale il discorso fatto per Di Matteo. Resta valida la candidatura di Riccardi, ma se Calderoni non dovesse recuperare e Marino fosse spostato al centro, ecco che l’alternativa a sinistra sarebbe Venuti. A destra, così, potrebbe andare Meccariello e al centro la coppia Riccardi-Marino. Fiamozzi e Bovo non sono da prendere in considerazione. Il centrale romano dovrebbe tornare a disposizione contro il Brescia. E Tachtsidis (il greco ha affiancato Meccariello al centro della difesa dopo l’espulsione di Lucioni) è da considerare solo come ultima ipotesi, ma chissà se Liverani è stuzzicato dall’idea di piantonarlo in area di rigore. Intanto contro il Perugia torneranno a disposizione Vigorito e La Mantia. Il portiere ha scontato il turno di squalifica e si riprenderà il posto in porta difesa molto bene da Bleve. Il ritorno tra i pali di Vigorito è stato già annunciato sabato sera in conferenza stampa da Liverani. In attacco, invece, tornerà Andrea La Mantia. Il capocannoniere giallorosso ha scontato il turno di squalifica e sarà nuovamente al centro dell’attacco giallorosso. Dal primo minuto dovrebbero giocare Falco e La Mantia con Palombi inizialmente in panchina come Tumminello che ha finalmente trovato il primo gol in giallorosso.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*