Con spranga e pistola in tabaccheria: arrestati in due. Si cerca il terzo complice

SCORRANO – Il 23 gennaio due individui, armati uno di spranga e l’altro di pistola, fecero irruzione in un bar-tabaccheria a Scorrano. Avevano i volti coperti e minacciarono con le armi la titolare perché consegnasse loro il denaro contenuto in cassa. La donna non oppose resistenza, indicò ai banditi il posto in cui trovare i soldi ma, mentre i due erano impegnati a rovistare nel cassetto, attivò un allarme acustico costringendoli alla fuga a mani vuote. Un testimone provò a seguirli, ma fu minacciato. Ora i carabinieri del NORM della Compagnia di Maglie hanno arrestato due persone, alle quali sono arrivati con i filmati registrati dalle telecamere di videosorveglianza: si tratta di un ragazzo di 19 anni, Salvatore De Gaetani, e di Marco Casciaro, 35 anni.

Entrambi sono di Ugento e sono adesso ai domiciliari. Si cerca il terzo complice.

Casciaro, che secondo le indagini fece da autista a De Gaetani e all’altro ragazzo, ha tentato di indirizzare le ricerche degli inquirenti verso dei soggetti di nazionalità bulgara, facendo dichiarazioni rivelatesi palesemente false. Prezioso è stato il contributo dei carabinieri di Caarano, che conoscevano i soggetti in questione. La prova schiacciante è stato il

ritrovamento, poche ore dopo la tentata rapina, di indumenti e passamontagna rinvenuti a casa di due dei giovani, uguali a quelli utilizzati  dai malviventi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*