Caos differenziata a Gallipoli: riunione urgente

GALLIPOLI – La partenza della raccolta differenziata dei rifiuti a Gallipoli sta creando non pochi problemi. A Baia Verde c’è spazzatura abbandonata per strada da giorni, presa d’assalto dai cani randagi, quindi le strade sono piene di immondizia. Colpa di chi l’ha abbandonata senza criterio, certo, ma i residenti chiedono che intanto quella venga raccolta. “I cassonetti sono stati rimossi prima dell’1 aprile, giorno in cui è partita la differenziata, e dunque i cittadini non sapevano dove gettare i rifiuti”.

Anche l’Associazione Commercianti e Imprenditori di Gallipoli, presieduta da Matteo Spada, avanza delle proposte in merito all’organizzazione della raccolta. La ditta interessata, “Gial plast”, e il Comune hanno stabilito di ritirare la differenziata per ogni categoria di rifiuto con la stessa cadenza settimanale delle abitazioni private. Questo sta creando problemi per la mole di rifiuti prodotta giornalmente da tante attività, tenendo anche presente che nel centro storico molti locali sono relativamente piccoli e comunque non preparati per ospitare all’interno un deposito di rifiuti. Due dunque le proposte avanzate dall’Associazione: un ritiro più frequente della differenziata per le attività commerciali e la creazione di isole ecologiche fisse e/o itineranti.

Intanto, a seguito delle numerose segnalazioni di disservizi ricevute in questi primi giorni di avvio del nuovo servizio di raccolta e spezzamento, è stata convocata una riunione urgente dal Comune.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*