Porto Cesareo, in spiaggia si fuma ma No vicino al bagnasciuga: controlli serrati con 6 vigili

PORTO CESAREO- Fra poco la sigaretta in riva al mare diventerà solo un ricordo: dal primo giugno sulle spiagge di Porto Cesareo sarà infatti vietato fumare e gettare le cicche di sigaretta lungo la costa. E’ quanto si legge nel testo dell’ordinanza firmata dal sindaco Salvatore Albano, con cui si desidera mettere nero su bianco una regola del vivere civile. In sostanza non saranno più ammesse sigarette e sigari in riva al mare, soprattutto  in presenza di bambini e donne incinte, facendo diventare così Porto Cesareo  una città no smoke, come già accaduto in altri comuni d’Italia.

In particolare: il divieto vige  sulle spiagge date in concessione ai lidi o sulla spiaggia libera a 10 metri dalla battigia e  sarà esteso anche alle aree soggette a una particolare tutela naturalistica, anche al fine di prevenire incendi, e in particolare nel parco regionale Palude del conte e duna costiera, nell’area marina protetta di Porto Cesareo, sul cordone delle dune e negli isolotti.

Tuttavia, come afferma l’assessore Paola Cazzella di certo non sarà facile controllare tutto il territorio cesarino in cui  vige l’ordinanza, ma faranno affidamento su sei vigili urbani, che con loro sguardo attento controlleranno la litoranea e sanzioneranno chi non rispetterà le regole, con multe da 25 a 500 Euro.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*