“Io equivalgo”: negli ospedali la campagna sui farmaci equivalenti

LECCE – I farmaci equivalenti sono identici agli altri farmaci per qualità, sicurezza ed efficacia. L’unica differenza è che costano meno. Su questi temi CittadinanzAttiva-Tribunale dei Diritti del Malato ha promosso la campagna di comunicazione “Io Equivalgo”. La Puglia, attraverso l’AReSS e le Aziende Sanitarie Locali, ha aderito all’iniziativa.

I volontari di CittadinanzAttiva-TDM distribuiscono informazioni e materiale in tutti gli ospedali della provincia. Qui siamo al Vito fazzi di Lecce. Gli eventi saranno curati dall’Assemblea Territoriale di Lecce (per gli Ospedali di Lecce, Copertino, Gallipoli, Scorrano e Galatina), coordinata da Angelo Oliva, e dall’Assemblea Territoriale di Casarano (per il “Ferrari” di Casarano), coordinata da Ilaria De Rocco.

Il farmaco equivalente è un medicinale che ha le stesse caratteristiche farmacologiche e terapeutiche del farmaco di marca già presente sul mercato e non più protetto da brevetto. E’ efficace e funziona come quello di marca, perché ha:

— lo stesso principio attivo, la sostanza responsabile del suo effetto terapeutico

— la stessa quantità di principio attivo

— lo stesso numero di unità posologiche (per esempio, stesso numero di pillole)

— la stessa forma farmaceutica (per esempio, compresse o soluzioni iniettabili)

-la stessa via di somministrazione

 “Tra gli obiettivi fondamentali della campagna nazionale — dichiarano i coordinatori di CittadinanzAttiva TDM di Lecce e Casarano, Angelo Oliva e Ilaria De Rocco – c’è quello di far conoscere i farmaci equivalenti e informare i cittadini in modo che possano scegliere consapevolmente il farmaco da utilizzare. E’ emerso dalle statistiche che nel primo semestre 2018 il consumo degli equivalenti di classe A (farmaci essenziali e per le malattie croniche) si è concentrato soprattutto al Nord mentre, paradossalmente, nel meno ricco Sud Italia, area economicamente più svantaggiata, i cittadini continuano a spendere soldi di tasca propria preferendo il medicinale “griffato” o “brandizzato”.

“L’Azienda Sanitaria Locale di Lecce – afferma il Commissario Straordinario dr. Rodolfo Rollo – plaude all’iniziativa che si colloca tra le principali linee di intervento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che propone ai medici l’utilizzo di farmaci di sicura e comprovata efficacia clinica perché utilizzati negli anni su ampie popolazioni”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*