Andrisano: con D’Attis addio meritocrazia

BRINDISI- Dovevano celebrarsi congressi e aprirsi una nuova fase ma con il nuovo segretario regionale di Forza Italia la meritocrazia non è di casa. Così l’ex numero uno azzurro della provincia di Brindisi Antonio Andrisano.

Tutto parte dalla fase propulsiva che si attendeva nel partito berlusconiano all’indomani delle elezioni politiche. Ha atteso mesi ed oggi mette nero su bianco sullo stallo in Forza Italia.“Era l’ormai lontano 31 ottobre del 2018 quando, a seguito del cambio dei vertici regionali pugliesi, ritenevo doveroso rimettere il mio mandato di coordinatore provinciale di FI Brindisi. Quanto innanzi senza polemica alcuna, nel più rispettoso silenzio e, soprattutto, ritenendo doveroso che -in funzione dei preannunziati e dati per imminenti congressi provinciali e cittadini- mi spogliassi del ruolo in quella delicata fase di transizione che avrebbe dovuto portare, poi, a celebrare la festa della democrazia e della meritocrazia nel nostro partito: i congressi, da tenersi tra il febbraio ed il marzo del 2019.” Così l’ex numero uno di Forza Italia Brindisi, Antonio Andrisano. Per il dirigente azzurro “gli interventi dei vertici nazionali erano tutti incentrati su democrazia e meritocrazia attorno alle quali e sulle quali fondare il rilancio.”

Ma oggi, secondo Andrisano, nulla di tutto ciò anzi si sperava, continua Andrisano, “che proprio con i congressi Forza Italia si sarebbe liberata di inutili bardature ed imbracature che l’avevano ingessata negli anni precedenti.Ebbene, oggi 23 marzo del 2019, i congressi sono finiti nel dimenticatoio e nessuno osa neppure pronunziare quella parola essendo, ormai, imminente”. Per l’azzurro brindisino c’è invece solo il rischi che a margine dell’appuntamento elettorale europeo si parli nuovamente di democrazia e congressi e magari “in occasione del prossimo cambio al vertice. Ritenevo e ritengo, invece, che proprio lo strumento dei congressi poteva e doveva rappresentare una tappa fondamentale per il rilancio ma ho avuto l’ennesima conferma che spesso tutto cambia affinché nulla cambi”. L’ex segretario provinciale di Forza Italia Brindisi, Antonio Andrisano, non la manda a dire al successore di Vitali ed alla dirigenza nazionale berlusconiana

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*