Valutazione sui dipendenti di Palazzo Carafa. I sindacati chiedono chiarimenti

LECCE-Ci sarebbe nell’aria uno stato di agitazione nel personale del settore Tributi a Palazzo Carafa. Il motivo? Le valutazioni alle quali i dipendenti del settore sarebbero stati sottoposti con un iter che, secondo le organizzazioni sindacali, non sarebbe stato corretto. Molti di loro avrebbero ottenuto risultati non soddisfacenti riferiti al 2018, non raggiungendo gli obiettivi assegnati dall’Amministrazione. Della vicenda sarebbero stati informati il commissario prefettizio Sodano, il dirigente del Personale, il Nucleo di Valutazione, il dirigente del Settore Tributi. Ci sarebbe quindi una formale richiesta di chiarimenti. I sindacati chiedono di sapere, tra l’altro, se l’iter seguito per la valutazione sia conforme a quanto previsto da Contratto Nazionale del Lavoro. Inoltre  non sarebbero state fornite, nonostante le richieste degli interessati, le copie  delle schede di valutazione nel primo e secondo semestre 2018.

L’interessamento dei sindacati ha l’obiettivo di riportare serenità tra i lavoratori in questi giorni molto preoccupati, ma anche quello di comprendere se ci siano stati o meno comportamenti lesivi dei diritti di alcuni dipendenti ad opera di dirigenti di nomina politica. In mancanza di risposte le organizzazioni sindacali sarebbero pronte a proclamare lo stato di agitazione e a convocare un’assemblea generale di tutti i dipendenti di Palazzo Carafa.

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*