Violentò la figlia che rimase incinta, padre orco a processo

SALENTO – Avrebbe abusato della figlia per quasi 14 anni e dal rapporto incestuoso è nata anche una bimba. In realtà sarebbero due le gravidanze avute dal “padre orco”, in un caso la ragazzina , però, fu costretta ad abortire.

La squallida storia arriva da un paese del Sud Salento. Oggi l’uomo accusato delle lunghe violenze è detenuto nel carcere di Lecce. Il processo davanti ai giudici della Prima Sezione Collegiale si aprirà il prossimo 6 maggio.

Un vero e proprio calvario, quello che una donna, oggi 29enne, raccontò nei mesi scorsi ai Carabinieri . Denunciando le violenze subite dal padre fin da quando aveva appena sette anni. Raccontò fatti e situazioni raccapriccianti di cui fu vittima, per difendere i suoi due figli,  una bimba di 7 anni (nata dalla relazione  incestuosa con il padre),  e un bimbo di 5 anni (avuto da un matrimonio con un uomo che non amava e con il quale aveva deciso di sposarsi solo  per sfuggire dalla propria famiglia di origine). La donna  temendo  che i due bambini, rimasti a convivere con la famiglia dell’indagato,  potessero essere sottoposti alle  violenze che aveva subito lei ha deciso di denunciare i fatti ai Carabinieri.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*