Caos al concorso regionale per Oss, ma è tutto regolare

LECCE – Caos durante il concorso a Foggia per Operatore Socio Sanitario. Le prove che si sono svolte dall’11 al 15 narzo servivano a selezionare 2445 Operatori Socio Sanitari. Il concorso unico regionale che ha destato grande interesse ha portato ben 25.000 candidati a sottoporsi all’esame. Un “concorsone” da 30 quesiti in 50 minuti. Il caos è scoppiato alla pubblicazione dei risultati, resi noti poco dopo ogni prova.  Una ragazza alla ricerca dell’esito ha trovato in elenco due codici uguali ma con con due risultati differenti: uno più alto ed uno che non avrebbe invece superato la prova. Gli altri controlli dei candidati avevano permesso di rilevare che in molte pagine i codici erano “raddoppiati”. In realtà in breve tempo il mistero è stato svelato. I candidati intervenuti in ciascuna delle sessioni sono stati posizionati ciascuno in un settore numerato da 1 a 16. Per questo, lo stesso codice a barre poteva appartenere allo stesso candidato, ma ad un differente settore. La Presidente della Commissione aveva subito  rassicurato:  “si procederà alla pubblicazione, con valenza di precisazione, di nuovi elenchi con l’indicazione, per ciascun candidato, del codice a barre, del punteggio acquisito e del settore di posizionamento”.  Ed infatti, in queste or,e è stata pubblicata una nuova graduatoria.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*